Primi test pubblici per un dispositivo mobile basato su piattaforma Intel Atom della famiglia Bay Trail, nome in codice che identifica la prossima generazione di SoC mobile Intel a più elevate prestazioni. I dati lasciano chiaramente intendere come questo possa essere il chip di riferimento dal punto di vista prestazionale per i mesi a venire.

I test ottenuti con il benchmark AnTuTu riportano infatti un dato superiore a 43.000 punti, circa il 25% superiore rispetto a quanto ottenibile con il chip Qualcomm Snapdragon 800 che verrà utilizzato nelle prossime generazioni di smartphone top di gamma.

antutu_bay_trail.jpg (16531 bytes)

Il sample di smartphone utilizzato per questo test preliminari utilizza un chip Intel Atom con frequenza di clock riportata pari a 1.100 MHz: non sappiamo se questo sia il valore di default o se il SoC implementi tecniche di tipo Turbo con le quali la frequenza viene incrementata dinamicamente così da sfruttare il margine a disposizione. E’ lecito pensare che una frequenza di 1.100 MHz non sarà quella di default alla quale questo SoC verrà proposto, quantomeno nella implementazione di fascia più alta.

Il risultato di questo benchmark lascia intendere che le soluzioni Atom Bay Trail saranno sicuramente caratterizzate da una notevole potenza di elaborazione complessiva ma non forniscono informazioni sul livello di consumo, tantomeno sul form factor del dispositivo utilizzato nei test. Non vedremo queste soluzioni al debutto prima della fine dell’anno, pertanto ci vorrà ancora un po’ di attesa per capire quali saranno le prestazioni velocistiche medie di questi nuovi chip Intel per dispositivi mobile a confronto con i principali concorrenti presenti sul mercato.

Bay Trail verrà utilizzato in sistemi Android e Windows 8, sia per sistemi tablet sia per quelli smartphone.

Fonte: Intel Atom Bay Trail: ben più veloce di Snapdragon 800 | Hardware Upgrade.